Sentiero degli dei – La grande bellezza.

 

 

di Mimmo Licciardiello

 

LA GRANDE BELLEZZA

In perenne equilibrio  tra  il cielo dei monti lattari ed  il mare color cobalto di Positano  , il Sentiero degli Dei  dona agli occhi dei suoi visitatori scenari unici e ricchi di biodiversita’. La natura crea in questo luogo scorci mozzafiato da cui è possibile ammirare la skyline della Penisola Sorrentina fino a Punta Campanella  e Capri. Circa 8 km di cammino,lungo l’antica mulattiera nata per unire  Agerola con Positano , passando per Nocelle , piccolo borgo rurale abitato da poche decine di anime che , oramai , hanno imparato a convivere con i flussi di turisti provenienti da tutto il mondo. Il modo migliore  per vivere quest’esperienza in tutta sicurezza e’ sicuramente quello di affidarsi alle  Guide Ambientali Escursionistiche  . Il sentiero degli Dei spesso viene descritto come un trekking facile e percorribile da tutti al pari di una tranquilla gita fuori porta. Non e’ proprio cosi’ . Nulla di impossibile , sia chiaro , ma e’ bene tenere presente che si parla di un sentiero ESCURSIONISTICO da fare, vivere e godere con le dovute precauzioni.

 

PERCORSO

Si parte da piazza Paolo Capasso (Bomerano) si prende una stradina in discesa (via Pennino) e, percorsi circa 300 m, in corrispondenza di alcuni gradoni, si svolta a destra passando un ponte in legno. I primi metri ci introducono lentamente allo scenario che , da qui a poco , si aprira’ davanti ai nostri occhi. Prima di immergerci nel sentiero va seguita una  rotabile, fino a che diventa una mulattiera con fondo sconnesso. Primo punto di interesse e’ la  Grotta del Biscotto. In omaggio ad uno dei simboli gastronomici del luogo…Il biscotto di Agerola. Scendendo lungo il sentiero e’ possibile ammirare degli antichi insediamenti che vengono definiti dei veri e propri “Villaggi Rupestri“,   oggi utilizzati come fattorie , realizzati direttamente nella roccia  presente lungo il Sentiero  e risalenti al periodo delle incursioni saracene . Raggiunta la piccola cappella raffigurante la crocifissione e la fontana, si svolta a destra, proseguendo lungo un viottolo che si innesta sulla mulattiera. Da questo momento il percorsa diventa piu’ panoramico in quanto completamente esposto sul lato ovest della falesia .Un tratto particolarmente insidioso e da percorrere con estrema attenzione . Il terreno sconnesso ed irregolare cede il passo ad una strada rotabile che – in 1 km – conduce al casale di Montepertuso. Qui giunti, circa 100 m dopo la piazzetta, si può imboccare sulla sinistra la scalinata che conduce al centro di Positano. In alternativa, dalla piazzetta di Nocella si può prendere la scalinata che – coi suoi 1700 gradini – conduce alla Arienzo, sulla ex Statale 163. Seguendola a destra (attenzione al traffico veicolare!), dopo circa 500 m si giunge al centro di Positano. Per il rientro ad Agerola ci si può servire delle corse della SITA, con cambio ad Amalfi; in alternativa, nei mesi estivi, si può raggiungere Amalfi via mare, servendosi del Metrò del Mare o dei traghetti.

 

UN PO’ DI STORIA

Il nome  prende spunto da  fatti storici e leggende secondo le quali le divinità greche passarono proprio di qui per salvare Ulisse dalle sirene che si trovavano sull’isola de Li Galli,  Fin dall’antichità il Sentiero degli dei  assolveva a un importante ruolo di collegamento  di traffici commerciali tra i villaggi della costa (Positano ) e gli insediamenti dell’entroterra (l’altopiano di Agerola). Il sentiero è stato per secoli l’unica via di collegamento  , fino alla realizzazione dell’attuale strada statale costiera per opera dei Borbone. Diverse testimonianze storiche lasciano intuire come questi luoghi siano stati  scelti da alcuni dei più noti e famosi viaggiatori,  tra cui Goethe, che ne hanno decantato le straordinarie bellezze paesaggistiche.

Le 10 cose da sapere 

  1. COME ARRIVARE
    In auto: statale 163 Amalfitana fino a Vettica Minore poi strada secondaria a tornanti per Bomerano (11 km).
  2. PERIODO CONSIGLIATO
    da aprile a ottobre; per le foto, da novembre a marzo i periodi ideali
  3. LOCALITÀ DI PARTENZA
    Bomerano (632 m – presso la Grotta Biscotto, comune di Agerola, NA)
  4. DISLIVELLO
    + 50 m – 262 m (da Agerola a Nocelle); – 370 m (fino a Postano)
  5. LUNGHEZZA DEL PERCORSO
    10 km circa (Bomerano – Nocelle e ritorno)
  6. LOCALITÀ DI ARRIVO
    Nocelle (420 m – Comune di Positano, SA)
  7. TEMPO DI PERCORRENZA
    4/5 ore  comprese tutte le eventuali soste per le foto e i panorami
  8. DIFFICOLTÀ E ( ESCURSIONISTICA )
  9. SCONSIGLIATO A CHI SOFFRE DI VERTIGINI E AI SOGGETTI CARDIOPATICI 
  10. MUNIRSI SEMPRE DI CAPPELLINO PER PROTEGGERSI DAL SOLE

 

INFO TRACK

Dove : Da Bomerano a Positano
Quando : tutto l’anno
Livello di difficoltà: Escursionistico
Distanza: 8 km 
Durata : 3 ore
Dislivello: 460 m

 

SEGUIMI SU

 

 


Mimmo Licciardiello

Guida Ambientale Escursionistica – Responsabile del progetto CamminaMente – Sono una guida ed un travel blogger innamorato perso della vita e della natura . Credo negli abbracci virtuali che diventano reali facendo del mondo un posto migliore dove vivere e viaggiare.

 

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi